Sunday, June 21, 2015

La fotografia e la parola...



Mi chiedo se una fotografia ha bisogno di essere spiegata attraverso le parole. Un fotografo è, di solito, una persona solitaria che rimane dietro al suo obiettivo, osserva e scatta. E ci sono fotografie che non hanno bisogno di spiegazioni, anzi .... dicono più di quello che riuscirebbe a dire la parola.

Delle volte vorrei pubblicare fotografie, ma mi mancano le parole. E penso che non posso pubblicare così senza scrivere niente, anche se quelle fotografie raccontano da sole un periodo oppure un’azione. Io vado a tratti... mi capita di avere ispirazione e di scrivere qualcosa di bello, ma di non scattare niente di interessante, come può capitare anche il contrario.




Poi penso... mhh... dovrei viaggiare per trovare nuovi orizzonti, nuove sfide, dovrei fare altre e altre fotografie. Poi scopro qualcosa di nuovo vicino a me che non ho ancora fotografato oppure non in quella maniera. Per questo motivo la fotografia non mi annoia, rimango sempre sorpresa nella fase dell’editing quando scopro dettagli che non riesco a vedere a occhio nudo. Perché la fotografia può essere „preparata” oppure istintiva. Oh, non saprei quale delle due offre più sorprese!
Pochi hanno la fortuna, se posso dire così, di poter lavorare in questo campo della fotografia. Per me la fotografia è una passione, ma si può vivere di passioni? :)








Grazie della visita! 
Ulica  :)

Sunday, June 7, 2015

La passione per la fotografia ...


Hello! :)
Ultimamente sono molto presa dalla fotografia che è diventata una vera e propria passione. Rimango fissata su un soggetto da fotografare e non mi rendo conto del tempo che passa. Quante volte sono inciampata guardando direttamente quello che mi interessava! :)
La fotografia mi è sempre piaciuta, mi attirava sempre nelle riviste, in internet... Ultimamente osservo molto la fotografia dei film, quelle immagini sorprendenti, quei dettagli che delle volte ti aiutano a scoprire meglio un personaggio. Un buon film deve avere un bravo direttore di fotografia. 





Mio padre aveva una macchina fotografica Leica e faceva fotografie in occasione di certi eventi in famiglia, ma tutto quì. Io poi, non ho mai fatto foto con quella macchina e mi sono avvicinata alla fotografia da grande.
Il mondo della fotografia è bellissimo, pieno di colori e sorprese. La macrofotografia, questa tecnica mi interessa moltissimo. I dettagli fanno la differenza, i dettagli sono molto importanti per me.
Io sono lontana da ogni scienza della fotografia, non conosco tecniche e macchine fotografiche. La mia fotografia rappresenta il modo in cui vedo io il mondo, il mio mondo: 










Grazie della visita!
Ulica :)

Saturday, May 23, 2015

Il parco Arboretum di Nottingham - seconda parte



Riprendo la descrizione del parco Arboreto di Nottingham postando altre fotografie che riprendono la moltitudine di specie che si trovano nel parco. Praticamente un arboreto è un grande erbario vivente che ha la funzione di orto botanico. Ci sono Arboreti in tutto il mondo con le specie autoctone oppure specie esotiche, ma che riescono benissimo a sopravvivere in condizioni ambientali diverse.

Ci sono Arboreti pure in Italia, come l’Arboreto Simeoni a Badia Prataglia (Arezzo) oppure l’Arboreto di Vallombrosa a Reggello (Firenze). Non ho mai visitato un Arboreto in Italia però...




L’Arboreto è un parco dendrologico che ospita specie di alberi e arbusti autoctone ed esotiche, specie che sono tenute sotto osservazione. Ho cercato tutte le specie di questo parco che ho visitato, ma non ho trovato i nomi botanici di tutte le piante. Mi sarebbe piaciuto scrivere anche i nomi di queste specie.






Devo dire che una città è ricca se possiede un Arboreto. Un bel posto dove rilassarsi, ma dove imparare anche qualcosa sulla vita delle piante. Amare e conoscere gli alberi, le piante, significa restare in contatto con la natura, vicini al cuore della terra. Il contatto con la natura è una vera terapia attraverso la quale la nostra mente si libera dallo stress. Nello stesso tempo impariamo a rispettare la natura e le specie come ricchezza da preservare e da condividere anche con le future generazioni.









Grazie della visita!
Ulica :)

Wednesday, May 20, 2015

Il parco Arboretum di Nottingham – prima parte




Il parco Arboretum è stato il primo parco pubblico aperto a Nottingham l’11 maggio del 1852. Il progetto del parco è stato realizzato da Samuel Curtis, un botanico e orticultore. Il parco è stato realizzato come un giardino botanico vicino al centro della città di Nottingham. Questo giardino si estende su piccole colline, all’interno del parco trovandosi pure un piccolo laghetto. Attualmente ci sono nel parco più di 800 alberi appartenenti a 65 varie specie.






Ho visitato questo parco, è un posto molto rilassante e tranquillo. Gli inglesi hanno proprio un grande interesse per le piante, non mi sarei mai aspettata di trovare tante belle e ben tenute specie. Sono rimasta meravigliata perché ho visto piante e alberi che pensavo non sarebbero sopravvissute nelle condizioni climatiche del posto.

Ho fatto più di 200 fotografie in questo parco e posto le più belle:










 Grazie della visita! 
Ulica :)